VISITE GUIDATE
PER GRUPPI SCOLASTICI

La Naturale Abbadia di Fiastra (Provincia di Macerata, comuni di Urbisaglia e Tolentino), è un territorio dove è possibile ritrovare, in mezzo alla natura e lontano dal traffico, testimonianze estremamente significative dal punto di vista didattico: l’Abbazia di Chiaravalle di Fiastra, il Parco Archeologico di Urbs Salvia e, nelle vicinanze, le città di Tolentino e di Macerata, ricche d’arte e di storia.

Scarica il depliant con le proposte didattiche e i laboratori a scuola:

Depliant scuole 2020

Depliant scuole stampabile 2020 pdf

L’AMBIENTE NATURALE
natura_abbadia_di_fiastra (7)Nella Riserva Naturale Abbadia di Fiastra rivive lo straordinario spirito che ha animato le cose del passato e la natura conserva ancora un inequivocabile segno della sua splendente bellezza. Il paesaggio agrario, i corsi d’acqua e la selva fanno della Riserva Naturale una meta unica dove conoscere l’ambiente naturale aiutando i ragazzi a comprendere i sistemi ecologici e la complessità delle relazioni fra le componenti naturali del nostro Pianeta. Ulteriori elementi di ricchezza del territorio sono rappresentati dalle imponenti tracce degli eventi storici che hanno avuto luogo in questa valle, attraverso i quali è ancora oggi possibile studiare i complessi meccanismi di trasformazione che il territorio ha subito nel tempo.
Obiettivi didattici: comprendere le relazioni tra mondo animale e mondo vegetale all’interno dell’ecosistema bosco e delle interazioni che intercorrono tra l’uomo e l’ambiente. Approfondimento delle tematiche ambientali legate al rispetto di ciò che ci circonda. Entrare in contatto con il mondo contadino e con tutte le sue attività.


La Selva*
natura_abbadia_di_fiastra (1)
Si percorre un breve sentiero all’interno della Selva alla scoperta del bosco, degli animali che lo popolano e dei loro curiosi comportamenti. Si studierà la vegetazione, la sua stratificazione e il significato di catena alimentare.
Tempo indicativo per la visita: h 1,30
Costo euro 4,00


 

La Selva e i corsi d’acqua*
natura_abbadia_di_fiastra (3)
Il percorso permette di conoscere ed analizzare i diversi ambienti della Riserva – il bosco, il lago, il fiume ed i campi coltivati – e i relativi ecosistemi, le loro relazioni, nonché l’opera dell’uomo e il suo impatto sul territorio. 

Tempo indicativo per la visita: h 2,30
Costo euro 5,00


Con i piedi nel Fiastra (dalla 3° classe della Scuola Primaria)
natura_abbadia_di_fiastra (4)
Una passeggiata entusiasmante lungo il fiume Fiastra permetterà di capire l’importanza dell’ecosistema fiume e della risorsa acqua. Per la visita vengono forniti degli appositi stivali e si consiglia di portare con sé un cambio completo.

Tempo indicativo per la visita: h 2,00
Costo euro 6,00


Il fosso dell’Inferno*
natura_abbadia_di_fiastra (6)Il percorso si sviluppa all’interno della Selva fino a raggiungere il suggestivo “Fosso dell’Inferno”, un ambiente umido di grande interesse naturalistico. Si consiglia di indossare scarpe robuste.
Tempo indicativo per la visita: h 3
Costo euro 5,00

 


La più bella escursione nella Storia
foto_aree1Il percorso copre la distanza tra i Parco Archeologico di Urbs Salvia e l’Abbazia di Fiastra. Lungo il tragitto, che si sviluppa costeggiando il fiume Fiastra, sarà illustrata l’evoluzione dell’ambiente naturale e delle culture che, nei secoli, lo hanno plasmato.

Tempo indicativo per la visita: h 1,30
Costo euro 5,00


IL MUSEO DELLA CIVILTA’ CONTADINA (al momento non visitabile)
042Ospitato presso l’antica foresteria dell’Abbazia di Fiastra, il museo raccoglie attrezzi e utensili usati nel passato dagli agricoltori della zona; la visita guidata permette di conoscere e approfondire la cultura materiale che ha forgiato il carattere di questo territorio e delle sue popolazioni.
Tempo indicativo per la visita:h 1
Costo euro 2,00

*Per raggiungere i punti di partenza per le escursioni contrassegnate dall’asterisco è necessario avere a disposizione il pullman.


L’ABBAZIA DI CHIARAVALLE DI FIASTRA
047
Obiettivi didattici: comprendere la storia del monachesimo e della sua importanza nell’arte, nella cultura e nella società medievale.
La visita all’Abbazia di Fiastra, fondata nel XII secolo dai monaci cistercensi, permette di approfondire, tramite il contatto diretto con ambienti e strutture rimaste inalterate nei secoli, le tematiche relative al monachesimo (regola monastica, architettura, vita quotidiana e curiosità).
L’itinerario di visita tocca i locali più importanti del monastero: la chiesa, il chiostro, la sala capitolare, il refettorio, le cantine con il Museo del Vino, il cellarium e la sala delle oliere, che ospita una raccolta di reperti archeologici provenienti da Salvia. La visita include l’ottocentesco giardino del palazzo Giustiniani Bandini, ultimi proprietari del complesso abbaziale.
Tempo indicativo per la visita: h 1,30
Costo euro 4,00 


IL PARCO ARCHEOLOGICO DI URBS SALVIA
Obiettivi didattici: osservare e analizzare le fonti storiche e reperti archeologici.
Situato a 4 Km dall’Abbazia di Fiastra, il Parco Archeologico di Urbs Salvia è il più importante e spettacolare delle Marche. Il percorso di visita, che scende per un comodo tracciato di circa un chilometro, mostra i monumenti principali di una tipica città dell’età imperiale e permette di approfondire lo studio della civiltà romana. Sono possibili due itinerari in base alle esigenze e alla disponibilità di tempo.

logo_nuovo-banner_10

Itinerario A – completo*
La visita inizia al Museo Archeologico Statale, dove sono esposti materiali provenienti dall’antica Urbs Salvia. Si prosegue con le cisterne dell’acquedotto che rifornivano d’acqua la città sottostante. Più in basso il teatro, usato per le rappresentazioni drammatiche, e l’edificio a nicchioni, che fungeva da scenografico raccordo dei vari livelli della città. Ai piedi della collina si estende l’area sacra, costituita da un tempio con criptoportico, corridoio sotterraneo affrescato con immagini legate alla propaganda augustea. Attraversando l’imponente cinta muraria si raggiunge l’anfiteatro, in ottimo stato di conservazione, dove si svolgevano i giochi gladiatori.
Tempo indicativo per la visita: h. 2,30
Costo euro 5,00

Itinerario B- breve*
la visita comprende la parte bassa dell’antica città romana: l’anfiteatro e il tempio con il criptoportico.
Tempo indicativo per la visita: h 1
Costo euro 4,00


LA ROCCA DI URBISAGLIA

logo_nuovo-banner_05

Obiettivi didattici: studiare l’evoluzione delle tecniche di difesa ed attacco dall’Alto Medioevo all’avvento delle armi da fuoco.
Di forma trapezoidale, con poderose torri angolari, la Rocca fu eretta nel XVI secolo, inglobando come mastio una torre feudale del XII secolo; appartenente alla fase di transizione è il sito privilegiato per la conoscenza, pre e post l’avvento della polvere da sparo, dei sistemi difensivi. La visita si struttura su due differenti punti di vista, quello dell’attacco e quello della difesa. All’esterno della Rocca si evidenzieranno le difficoltà e gli strumenti usati per espugnarla, all’interno si osserveranno i vari apparati difensivi: troniere per le bombarde, feritoie da moschetto, sistemi per la difesa piombante e ficcante. Dall’antico camminamento di ronda si scoprirà la vasta area controllata dalla Rocca e sarà possibile cogliere la struttura dell’antico borgo medievale di Urbisaglia.
Tempo indicativo per la visita: h 1
Costo euro 2,00


VISITA AL MUSEO TERRE ARTIGIANE  

20150408_150428

Obiettivi didattici: scoprire le profonde connessioni che legano il nostro territorio ai mezzi e i materiali utilizzati per la produzione artigianale locale, attraverso un percorso espositivo che si snoda su tre concetti chiave (territorio, strumenti, uomo).

La sede museale è situata presso i locali del complesso scolastico di Mogliano. La struttura accoglie dal 2015 uno spazio espositivo interattivo e locali destinati alla didattica e alla formazione teorico/pratica, su tematiche che legano il paesaggio, lo sviluppo dal lavoro manuale, l’inventiva, l’artigianato e l’arte. Il museo, che utilizza anche strumenti tecnologici innovativi, permette di rileggere l’evoluzione e lo sviluppo dei mezzi utilizzati dall’uomo, dagli strumenti manuali, fino all’informatica e alle nuove tecnologie, in un’ottica secondo la quale il territorio diviene una risorsa, gli strumenti un mezzo per migliorare e semplificare il lavoro e l’uomo unico bene primario.

Costo euro 3,00

 

 

Lascia un commento